La leggenda di Jack O’ Lantern

La vera storia di Jack O’Lantern, l’ubriacone.

 

 

C’era una volta un uomo che si chiamava Jack O’Lantern . Era avaro e ubriacone, non aveva amici e passava tutto il suo tempo a bere nei pub. Un giorno, mentre era seduto al bancone, il diavolo si sedette accanto a lui e gli disse di essere venuto a prendere la sua anima. 

Jack, che oltre ad essere avaro era anche furbo, disse: “Ti darò la mia anima in cambio di un ultimo boccale di birra!”

“Bene, – rispose il diavolo, – aspetterò!”

“Purtroppo non ho più soldi per pagare la birra, dovrai aspettare!” Replicò Jack.

Ma il diavolo, credendosi più furbo, si trasformò in una monetina in modo che Jack potesse pagarsi l’ultimo boccale di birra e andare via con lui. Fu allora che Jack lo prese e lo rinchiuse nel taschino dove teneva anche una croce d’argento. Il diavolo non riuscì più a liberarsi. 

Per farsi liberare il diavolo gli promise che non si sarebbe preso la sua anima nei successivi dieci anni e Jack lo lasciò andare.

Dieci anni più tardi, il diavolo si presentò nuovamente e questa volta Jack gli chiese di raccogliere una mela da un albero prima di prendersi la sua anima. Appena il diavolo fu salito sull’albero, per impedire che discendesse, il furbo Jack incise una croce sul tronco.

Il diavolo cominciò ad urlare e a lamentarsi e solo dopo un gran litigio i due giunsero ad un accordo: in cambio della libertà, il diavolo avrebbe dovuto rinunciare per sempre a portare Jack all’Inferno.

Così, quando fu libero, il diavolo fuggì a gambe levate e Jack passò il resto della sua vita ad ubriacarsi nelle taverne. 

Dopo alcuni anni, come accade a tutti, Jack O’Lantern morì e pensò bene di presentarsi alla porta del Paradiso, ma non gli fu data la possibilità di entrare; in effetti in vita si era comportato male e non meritava di passare l’eternità in cielo. Così fu mandato all’ingresso dell’Inferno dove trovò il diavolo in persona ad attenderlo alla porta. Invece di accoglierlo nel regno delle tenebre il diavolo gli ricordò il loro vecchio patto: “Mi hai fatto promettere di non portarti mai nella mia dimora ed il diavolo rispetta sempre le sue promesse: tu qui non potrai entrare!” 

Non potendo entrare né all’Inferno né in Paradiso, il povero Jack O’Lantern fu condannato a vagare sulla terra alla ricerca di un luogo in cui sostare. Per illuminare il proprio cammino il diavolo gli lasciò un tizzone di fuoco che Jack inserì in una zucca cava che portava con sé. Da allora Jack O’Lantern vaga per il mondo e nella notte di Halloween va a bussare alla porta di ogni casa per cercare riposo Ma tu non aprire! 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *